1

Tra le onde del cinema, Master and Commander – Sfida ai confini del mare

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta di quelle pellicole che hanno solcato i sette mari rimanendo a galla e che, per certi versi, hanno aperto la strada alla grande battaglia marina attorno alla quale ruota la storia di Battleship, adattamento cinematografico del famoso gioco Battaglia Navale diretto da Peter Berg. La volta scorsa abbiamo parlato de La maledizione della prima luna, oggi è il turno di Master and Commander: Sfida ai confini del mare.

Master and Commander Russell Crowe Foto Dal Film 01

Chi pensa a Russell Crowe solo come al granitico gladiatore del film omonimo si sbaglia di grosso. Durante la sua carriera quest’attore è passato attraverso i ruoli più svariati, finendo per essere di volta in volta un antico romano, un matematico tanto geniale quanto folle e un capitano molto coraggioso. Il ruolo in questione è quello di Jack “lucky” Aubrey, protagonista di Master and Commander: Sfida ai confini del mare, pellicola del 2003 diretta da un solido mestierante del calibro di Peter Weir.

Il film, ambientato nei primi anni del 1800 e girato quasi interamente a bordo di gigantesche navi, racconta appunto la storia di quest’uomo, capitano del Surprise, un vascello della marina britannica, che un bel giorno riceve l’ordine intercettare l’Acheron, uno dei più importanti e imponenti vascelli della marina francese. Si tratta ti una mossa che potrebbe rappresentare una vera e propria svolta all’interno di quella guerra tra Napoleone e l’Inghilterra. Consapevole della sua inferiorità, sia a livello di armamentario che di grandezza, il capitano Aubrey decide lo stesso di portare a termine (o perlomeno di provarci) questa missione, entrando spesso in collisione con lo scetticismo del medico di bordo, il Dr. Stephen Maturin (Paul Bettany). L’inseguimento diventerà una vera e propria partita a scacchi, all’interno della quale ogni mossa va calcolata nel minimo dettaglio.

Fondendo la sfarzosità dei migliori blockbuster a quell’aria solenne e raffinata tipica di un certo cinema di genere del passato, Master and Commander: Sfida ai confini del mare rappresenta una grande prova d’attore per Russell Crowe, protagonista di una storia che, allo stesso modo del gioco Battaglia Navale, vive principalmente di strategia, lasciando l’azione come componente secondaria.

Filippo Magnifico