2

Il pelago misterioso, Sfera (1998)

Sfera Dustin Hoffman

Cominciamo con questo post un percorco parallelo a quello della rubrica Tra le onde del cinema, dedicato in particolare alla fantascienza ambientata nei profondi recessi del mare. Abbiamo deciso di partire con un film di Barry Levinson, Sfera, tratto dall’omonimo romanzo di Michael Crichton. Un libro importante perché ha anche ispirato James Cameron nella realizzazione del suo classico The Abyss, e uno dei migliori romanzi di Crichton, ricco di mistero, immaginazione, claustrofobia e fascino.

Il film di Levinson purtroppo è solo un riflesso di tale potenza narrativa. Ma, essendo il riflesso di un’opera tanto riuscita, è comunque un film di fantascienza piacevole e senza impegno, anche se con quel materiale si sarebbe potuto realizzare un vero e proprio capolavoro della fantascienza. La storia del romanzo e del film vede protagonisti tre scienziati, lo psicologo Norman Goodman (Dustin Hoffman), la biologa Beth Halperin (Sharon Stone) e il matematico Harry Adams (Samuel L. Jackson), spediti dalla marina in una base sul fondo dell’oceano pacifico, dove è stato rinvenuto il relitto di una gigantesca nave spaziale. Il team non ci mette molto a scoprire la vera origine della nave, ma il mistero si infittisce quando al suo interno viene ritrovata una sfera di origine aliena. Adams riesce a entrarvi, ma dimentica ciò che ha visto all’interno e soprattutto come ci sia entrato. Presto, un’entità di nome “Jerry” inizia a comunicare con la base, dicendo di provenire da dentro la sfera, e al contatto seguono una serie di eventi bizzarri. Mentre Jerry si fa sempre più minaccioso, i superstiti devono trovare un modo di affrontarlo. E, per farlo, è necessario capire il segreto della sfera.

Come detto, la storia è ricca di colpi di scena che sarebbe un peccato svelare in questa sede. Vi esortiamo dunque a leggere il romanzo e poi a vedere il film. Il cast se la cava egregiamente, il finale è un po’ frettoloso e sintetizza di molto quello del libro. Ma è abbastanza per rilassarsi una domenica pomeriggio. Vi lasciamo con un montaggio di scene tratte dal film. Attenzione, perché sono presenti alcuni spoiler!

Leotruman